Scala dei Turchi consigli e segreti per visitarla

Cari amici amanti del sole e del mare, se state leggendo questo articolo, molto probabilmente state programmando la Vostra prossima vacanza in Sicilia, oppure vi trovate già in vacanza in provincia di Agrigento e volete visitare la Scala dei Turchi! Bene! Se state cercando consigli per scoprire la Scala dei Turchi nel migliore dei modi e senza sbagliare, siete nel posto giusto.

  1. La Scala dei Turchi: cos’è e dove si trova precisamente?
  2. Meglio visitare la Scala dei Turchi da terra oppure dal mare?
  3. In quale orario è meglio visitare la Scala dei Turchi?
  4. Come raggiungere la Scala dei Turchi via terra
  5. Come arrivare alla Scala dei Turchi in auto e dove parcheggiare
  6. Alla Scala dei Turchi in autobus turistico
  7. A piedi dalle vicine spiagge Lido Rossello e Punta Grande
  8. Come accedere alla Scala dei Turchi? E’ possibile salire sulla Marna bianca? E’ previsto un accesso a pagamento?
  9. Scala dei Turchi dove fare il bagno
  10. Escursioni in barca alla Scala dei Turchi
  11. Dove mangiare o fare un aperitivo vicino alla Scala dei Turchi
  12. Curiosità: come si è formata la Scala dei Turchi e perché si chiama così?

 

La Scala dei Turchi: cos’è e dove si trova precisamente?

La Scala dei Turchi è una meravigliosa scalinata di marna calcarea bianca che si immerge nel mare blu cristallino di Sicilia. È forse la più conosciuta tra tutte le spiagge della provincia di Agrigento ed è uno dei luoghi più belli della Sicilia, per la sua imponente struttura di marna calcarea che ricorda appunto una scalinata che sembra disegnare un paesaggio lunare.
La Scala dei Turchi si trova nei pressi di Agrigento, nella zona costiera tra Porto Empedocle e Realmonte.
Clicca qui per aprire la posizione esatta su Maps.

Meglio visitare la Scala dei Turchi da terra oppure dal mare?

È meglio raggiungere la Scala dei Turchi via spiaggia oppure andare via mare con un’ escursione in barca? Questa è una domanda che mi è stata posta centinaia di volte da voi utenti e che non ha una risposta univoca. Una soluzione non esclude l’altra! Vederla sia da terra che a bordo di una barca è la risposta che preferisco. Sì, perchè da entrambe le prospettive riuscirete a coglierne l’unicità, il fascino, la grandezza. Se avete il tempo di visitarla sia da terra che dal mare fatelo! Altrimenti se avete tempi limitati, il mio consiglio è di visitarla dal mare facendo un’escursione in barca, che vi permetterà, in poco tempo e comodamente, di vederla da diverse prospettive, fare delle foto straordinare con uno sfondo unico e fare un bagno a pochi metri dalla marna bianca.

In quale orario è meglio visitare la Scala dei Turchi?

Anche questa domanda non ha una risposta univoca e scontata. Io personalmente la preferisco al tramonto, quando i riflessi del sole calante e la luce morbida creano una visione estremamente emozionante della grande scalinata bianca.
Visitarla durante il giorno è comunque una visione straordinaria: il sole siciliano riflesso sul bianco della scalinata naturale emana una luce magica che vi lascerà senza parole.

Come raggiungere la Scala dei Turchi via terra

Il miglior modo per raggiungere la Scala dei Turchi è sicuramente in auto, ma se non avete un’auto e non volete prendere un taxi considerate che in alcuni periodi dell’anno è possibile usufruire di un autobus turistico.
La scala dei Turchi è raggiungibile a piedi dalle spiagge vicine, con deliziose passeggiate lungo la macchia mediterranea della costa siciliana.

 

Come arrivare alla Scala dei Turchi in auto e dove parcheggiare

Se decidete di andare in auto, soprattutto nei fine settimana estivi bisogna fare attenzione ad arrivare la mattina molto presto, altrimenti il traffico e la mancanza di parcheggi renderanno il vostro viaggio poco piacevole e poco profittevole!
Da Agrigento si va in direzione Porto Empedocle e poi Realmonte, percorrendo la SS 115. Il tempo di percorrenza è di circa 20 minuti.
Da Realmonte si arriva percorrendo la SP 68 e il tempo di percorrenza è circa di 8-10 minuti.


Si può parcheggiare gratuitamente ai margini della strada, facendo attenzione ai divieti di sosta e sempre che ci sia posto. Oppure ci sono due parcheggi a pagamento, comodi ma costosi. Uno sul lato destro e uno sul lato costa, verso Punta Grande, che appartiene al Lido Majata Beach. Quest’ultimo è dotato anche di servizio ristorante, doccia e di servizio navetta.

Alla Scala dei Turchi in autobus turistico da Agrigento città

Da Piazzale Aldo Moro di Agrigento è possibile prendere il Temple Tour Bus. Si tratta di autobus turistici scoperti che percorrono la città, dalla Valle dei Templi fino alla Scala sei Turchi. Si può scendere ad ogni fermata e poi risalire riprendere per continuare il tour o per ritornare. Il tempo di percorrenza per la Scala dei turchi è di 45 minuti.
Il servizio è attivo dal 20 giugno. Il Temple Tour Bus parte alle 9:30 ed effettua l’ultima corsa dalla Scala ad Agrigento alle 18:30. Il lunedì non effettua corse! Ecco qui di seguito gli orari. Il prezzo va dagli 8 ai 15 euro a seconda che si scelga un biglietto per un solo itinerario o il combinato.
Essendo servizi stagionali gestiti da aziende private, vi consiglio vivamente di verificare sul sito di riferimento e se necessario contattarli per chiedere conferma.

 https://www.templetourbusagrigento.com

A piedi dalle vicine spiagge Lido Rossello e Punta Grande

Per i più avventurosi e amanti delle passeggiate, la Scala si può raggiungere a piedi dal vicino Lido Rossello di Realmonte al lato ovest e da Punta Grande, lato est. Il Lido Capo Rossello è una spiaggia antestante a un grazioso villaggetto, parzialmente attrezzata e facile da raggiungere in macchina.
Da Lido Rossello il percorso è di circa 2 km ed è un po’ difficoltoso. La difficoltà nasce dal fatto che dato che si deve superare una zona rocciosa e possibilmente con alta marea.
Da qui si raggiunge una bella spiaggia lunga e sabbiosa, dalle pareti di marna bianca, ideale per ammirare la Scala e fare il bagno, dato che è poco affollata.
Anche se sicuramente dal lato est si può apprezzare molto di più l’imponenza e la bellezza della Scala, soprattuto se a bordo di un’imbarcazione.
L’alternativa è recarsi alla spiaggia di Lido Rossello e da lì ammirare da lontano il bel promontorio bianco che si immerge nel mare.
Dalla Spiaggia di Punta Grande, subito dopo Porto Empedocle, è possibile raggiungere la Scala a piedi. Facendo una bella passeggiata di circa 25 minuti lungo la macchia mediterranea.

Come accedere alla Scala dei Turchi? E’ possibile salire sulla Marna bianca? E’ previsto un accesso a pagamento?

Una volta parcheggiato è possibile scendere fino alla spiaggia al lato Est, percorrendo una scaletta e una stradina in discesa piuttosto impervia e pertanto poco consigliata per gli anziani e i bambini. Se si parcheggia nel parking del Majata beach si può usufruire del servizio navetta, anche se è abbastanza costoso. 
Da qualche anno l’accesso diretto sulla falesia di marna bianca è proibito, per proteggerla da atti vandalici come scritte, incisioni e immondizia. Per questo motivo non è più possibile né sdraiarcisi né varcarla per raggiungere la più comoda e fruibile spiaggia sabbiosa che si trova al lato ovest della Scala.

Scala dei Turchi dove fare il bagno

Nella spiaggia adiacente alla Scala dei Turchi, raggiungibile via terra dal lato lato est, si può sostare liberamente e fare un bagno. Tuttavia si tratta di una costa argillosa, con scogli bassi affioranti, che impediscono o rendono difficoltoso il bagno. Per godersi un bagno ristoratore ammirando la Scala dei turchi si deve superare questa barriera argillosa (impresa non semplice!).
Alla sua destra, invece, ossia al lato ovest della Scala dei turchi, vi è una bella spiaggia lunga e sabbiosa, dalle pareti bianche, che, come scritto sopra, è raggiungibile a piedi da Lido Rossello. E’ una spiaggia sempre poco affollata e selvaggia proprio perchè per raggiungerla bisogna camminare per circa 2,5km da Lido Rossello.

spiagge scala turchi

La gita in barca è la soluzione migliore per fare un bagno nei pressi della Scala dei Turchi a pochi metri dal punto in cui la roccia cade a strapiombo nel mare crea, calette irraggiungibili a piedi e perciò vergini. Un tuffo nell’acqua cristallina, con la possibilità di fare snorkeling e scoprire la fauna marina è d’obbligo.
Se si sceglie di fare un’escursione in barca a vela o in motoscafo alla Scala dei Turchi, si può fare il bagno al largo, ad una distanza di circa 100 m e quindi da lì si può nuotare fino ad avvicinarsi alla falesia.

Escursioni in barca a vela, in gommone e gite in barca a motore alla Scala dei Turchi

Se siete in vacanza ad Agrigento non potete non fare un giro in barca sulla costa della Scala dei Turchi! L’esperienza migliore si vive sicuramente ammirando la Scala dei Turchi dal mare. Innanzitutto perché la si vede dal lontano e da vicino nella sua imponenza e magnificenza da diverse prospettive. 

Ecco le diverse ecursioni in barca che si possono scegliere:

 

escursione in barca a vela scala turchi

Escursione in veliero

escursione in gommone scala dei turchi

Escursione in gommone

barca privata scala turchi

Escursione in barca privata

festa barca scala dei turchi

Festa in barca

Durante l'escursione in barca alla scoperta della Scala dei Turchi potrete apprezzare tutta la costa agrigentina e la macchia mediterranea, con le sue numerose calette. Ecco la lista delle spiagge e calette che scoprirete:

  • La spiaggia di Capo Rossello
  • La baia della Madonnina
  • La baia delle Pergole
  • Lido La Spiaggetta
  • Spiaggia di Giallonardo
  • Spiaggia di SIculiana Marina

Dove mangiare o fare un aperitivo vicino alla Scala dei Turchi

Nella spiaggia adiacente alla Scala dei Turchi ci sono alcuni locali, chioschi e ristoranti, dai quali si può ammirare la Scala, bevendo un fresco drink o godendosi un bel pranzo a base di pesce. Alcuni ristoranti dispongono di lettini bianchi dai quali ammirare, in un’atmosfera lounge, bellissimi tramonti.

Ecco alcuni (i più vicini):

  • Lounge Beach Scala dei Turchi: si trova proprio sulla spiaggia al lato est della Scala dei Turchi. È un locale moderno, dotato di comode sdraio e lettini per godersi il panorama in un’atmosfera lounge. Offre servizio ristorante e bar. Se ci si reca al
  • Lounge Beach per pranzare o cenare, il servizio navetta con una caratteristica lambretta vi risparmierà l’impervia discesa.
  • Lido Scala dei turchi: cucina siciliana a base di pesce, al lato destro della discesa che porta alla spiaggia.
  • Chiosco Belvedere: sulla strada, offre bevande, drink e tavola calda (controllare orari di apertura).
  • Majata Beach: si trova sulla spiaggia di Punta Grande, cucina mediterranea a base di pesce.
  • Kiross Street Food: sempre sulla strada si trova un food truck che offre piatti tipici della gastronomia siciliana.
  • Madison:per cene romantiche ed eventi. In cima, sulla strada che porta a Realmonte si trova questo sotrico locale, che gode di un panorama mozzafiato.
  • Terrazza Bistro Patio Bar: al lato destro della strada venendo da Porto Empedocle, questo ristorante offre piatti a base di pesce tipici della cucina siciliana.
  • Acantus Risto bar: ristorante, specializzato in cucina a base di pesce. Si trova vicino all’accesso alla stradina che porta alla Scala.

Se si sceglie di fare una gita in barca a vela o in gommone si offre pranzo o aperitivo, a seconda dell’orario e su richiesta. Le imbarcazionii possono approdare nella bellissima spiaggia sabbiosa adiacente alla Scala per farvi godere un indimenticabile esperienza immersi in un paesaggio da sogno.

Curiosità: come si è formata la Scala dei Turchi e perché si chiama così?

Il suo nome si deve alle frequenti incursioni da parte di arabi e saraceni che avvenivano ripetutamente nelle coste siciliane dal secolo ‘600 fino agli inizi del 1800. I pirati provenienti dall’Oriente vi si riparavano, grazie all’insenatura che costituiva un porto naturale e protetto.
L’aspetto candido di queste formazioni calcaree, dette trubi che in questo sito hanno una forma di onde a scalinata, si deve a due fattori. Da un lato l’accumularsi millenario di sedimenti di microorganismi marini, minuscoli molluschi detti globigerine, i cui gusci si depositarono sul fondale di un mare profondo. Dall'altro all'emersione di questi depositi e all'esposizione agli agenti atmosferici, che hanno modellato la falesia facendo di essa un monumento naturale da annoverare tra le meraviglie del mondo.

scala dei turchi Agrigento



Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando nella navgazione presti il consenso all'uso di tutti i cookie.