Ragusa, detta “l’isola nell’isola” o “l’altra Sicilia” per la particolarità della sua storia e del suo contesto socio-economico che la contraddistinguono dalle altre località siciliane, sorge sulla parte meridionale dei Monti Iblei.

 

Capitale dell’omonima provincia è classificata patrimonio Unesco dal 2002 in quanto preziosa testimonianza del barocco siciliano ed è considerata una delle più affascinanti città d’arte italiane.
La città si divide in due nuclei, Ragusa Ibla, il centro storico, e Ragusa Superiore, la parte più moderna.

L’aspetto di Ragusa, così come la sua storia, sono stati segnati in modo determinante dell’intensa attività sismica, che avendo causato la distruzione della città, ha spinto gli abitanti a ricostruirla con il suo aspetto attuale.

  

Info utili per la tua vacanza a Ragusa

beach_access
 

 

 

IL CONSIGLIO DI TURY...
Per scoprire veramente la Provincia di Ragusa devi conoscere le tradizioni, la cucina e... 

SCOPRI LE ESPERIENZE

 

Come raggiungere Ragusa?

Collegamenti stradali

Ragusa si trova sulla SS115 che collega Agrigento, Noto e Siracusa (la SS115 è la storica strada che attraversa le cinque province della costa mediterranea della Sicilia: Trapani, Agrigento, Caltanissetta, Ragusa, Siracusa, ed è parte degli itinerari europei E931 da Castelvetrano a Gela ed E45 da Gela a Rosolini).

Da Catania: prendere la SS114 e girare per Lentini SS194. Da qui, seguire le indicazioni per Ragusa sulla SS514.
Da Siracusa: prendere l'autostrada A18 e poi la SS115.
Da Agrigento / Gela: seguire la SS.115


Aeroporti più vicini

Aeroporto Internazionale Catania-Fontanarossa – ca. 99 km da Ragusa

Collegamenti: Etna Trasporti - Vai al SITO


Aeroporto di Comiso "Pio La Torre" – a ca. 23 km

Collegamenti: Tumino Bus - Vai al SITO

 

In autobus

Tumino Bus: collega Ragusa a Marina di Ragusa, Punta Secca, Kamarina e Castello di Donnafugata
Tel. 0932.623184 - 0932.651967

Vai al SITO

 

AST: Ragusa a Ragusa Ibla, Modica, Scicli, Noto, Siracusa, Avola, Rosolini, Ispica, Pozzallo, Donnalucata, Palermo, Gela, Acate, Pedalino, Chiaramonte, Pachino

Tel. 0932 681818 - 0932 752538 

Vai al SITO

 

Etna Trasporti: Collega Ragusa a Marina di Ragusa e Catania

Tel. +39 331.6877678 -  095.530396

Vai al SITO

 

SAIS Trasporti: Collega Ragusa alle regioni italiane. 

 

In treno

La stazione di Ragusa si trova sulla linea ferroviaria Siracusa- Gela- Canicattì e collega Ragusa alle principali provincie Siciliane. 

Per trovare treni per Ragusa vai al sito di Trenitalia

 

Cenni storici

In seguito al terribile terremoto del 1693, che devastò la città, si risolvette un aspro conflitto, che opponeva la parrocchia di San Giorgio a quella di San Giovanni Battista, con la fondazione di una nuova città sul pendio del Patro. L’aristocrazia e il clero rimasero nel vecchio centro, Ibla, che fu ricostruito in stile tardo barocco (oggi riconosciuto patrimonio dell’umanità dall’ Unesco), mentre i maggiorenti della parrocchia di San Giorgio si spostarono nel nuovo nucleo di Ragusa Superiore.

 

Monumenti

Nel quartiere di Ibla troviamo ben cinquanta chiese e numerosi monumenti storici. Inoltre, esso concentra quattordici dei diciotto monumenti della città iscritti nella lista del patrimonio UNESCO. 

Le chiese di Ragusa Ibla classificate nella lista UNESCO sono le seguenti: 

Duomo di S. Giorgio: si tratta della massima espressione del barocco ibleo. Antica chiesa madre della città, fu gravemente danneggiato dal terremoto del 1693. Nella prima metà del XVIIIe secolo si decise quindi di trasferirlo nella vecchia Chiesa di San Giorgio e i lavori di ricostruzione cominciarono nel 1739. All'interno troviamo dei dipinti di pittori settecenteschi fra i più celebri in Sicilia, come Vito D'Anna, Antonio Manno, Giuseppe Tresca. Nella sacrestia è conservato un resto di un'ancona monumentale di Antonello Gagini, uno dei più grandi scultori siciliani del Cinquecento. Degno di nota anche l'organo a canne, detto Organum Maximum Serassi risalente al 1881. 

Orari di apertura: aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00 


Chiesa S. Maria delle Scale: posta tra Ragusa Ibla e Ragusa superiore, sembra che la chiesa sia stata costruita all’inizio del XIV secolo. Questo monumento è molto interessante dal punto di vista architettonico perché si tratta di uno dei pochi edifici che non furono completamente distrutti dal terremoto del 1693 e ha quindi mantenuto lo stile gotico che veniva usato a Ragusa prima del terremoto. La chiesa presenta un pregiato fonte battesimale risalente al 1552 scolpito in un solo blocco di pietra. 

Orari di apertura: dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00


Chiesa S. Maria dell'Itria
Chiesa SS anime del purgatorio
Chiesa di S. Maria dei Miracoli, Chiesa S. Giuseppe
Chiesa S. Filippo Neri
Chiesa S. Maria del Gesù

 

 

Una foto pubblicata da Ana Carolina Ralston (@acralston) in data:

 

A livello di monumenti storici in stile barocco classificati nella lista UNESCO abbiamo: 

Palazzo della Cancelleria
Palazzo La Rocca
Palazzo Sortino Trono
Palazzo Battaglia
Palazzo Cosentin

 

A Ragusa troviamo invece:
Palazzo Bertini
Palazzo Vescovile
Cattedrale di S. Giovanni Battista
Palazzo Zacco

Di particolare interesse culturale anche il Museo Archeologico Ibleo e il Museo Ibleo Arti e Tradizione Popolare.

A rendere ancora più famosi Ragusa e il suo Territorio è stata la serie televisiva del Commissario Montalbano che si svolge proprio nella zona: Ragusa Ibla è l’immaginaria Montelusa della serie ed è possibile visitare il quartiere i suoi dintorni seguendo itinerari tematici legati alla fiction, la scoperta dei luoghi di Montalbano è proposta sia dal Settore Turismo della Provincia di Ragusa che da numerose agenzie. Le tappe principali del percorso nel centro storico sono:
Piazza Pola
La trattoria "La Rusticana", in Corso XXV Aprile
Il Duomo S.Giorgio
La chiesa S.Maria delle Scale

Da non perdere anche il Castello di Donnafugata, prezioso esempio di architettura barocca, che nella fiction fa dimora al capomafia Balduccio Sinagra.

 

 

Spiagge e Dintorni

 

 

Ragusa fa parte del Val di Noto insieme ad altre sette città barocche quali Caltagirone, Militello, Palazzolo, Noto, Modica e Scicli.  Da Ragusa sono tanti i luoghi di interesse da poter e dover visitare.

Dintorni

Durante la vostra vacanza a Ragusa non può assolutamente mancare il tour dei Luoghi di Montalbano:

- Modica, di estrema bellezza e importanza. Ricca di monumenti e luoghi di interesse come il Duomo di San Giorgio, simbolo del barocco siciliano ed inserito tra i beni dell’Umanità UNESCO; il Duomo di San Pietro e la chiesa di Santa Maria del Gesù. Di grande interesse è il castello dei conti di Modica, costruito in cima ad un promontorio roccioso, ha rappresentato per molti secoli la sede del potere politico e amministrativo di tutta la contea di Modica. Adiacente al castello la torre dell’orologio ancora perfettamente funzionante, i cui meccanismi vengono controllati e riavviati ogni 24h.

Scicli, anch’essa dichiarata patrimonio dell’Umanità UNESCO. Tra le architetture di estrema importanza di questa città barocca da visitare è il palazzo Beneventano, classico esempio del barocco siciliano; la Chiesa di Santa Maria La Nova, chiesa più antica della città; la chiesa di San Matteo, la chiesa di San Giovanni Evangelista, il Convento di Cappuccini.

Comiso, paesino di carattere settecentesco. Conosciuto, anche, per la lavorazione della pietra dura (la pietra di Comiso). Sono due le piazze importanti del paese, piazza Fonte Diana, al centro del paese, e dalla quale si erge l’omonima fontana; piazza delle Erbe dove si trova la bellissima Chiesa Madre, S.Maria delle Stelle. Di grande bellezza e importanza architettonica anche la chiesa di San Francesco o dell’Immacolata e la chiesa dell’Annunziata, caratterizzata da una scalinata in pietra posta in posizione obliqua rispetto all’intero prospetto.

Da vedere assolutamente sono anche:

Noto, la capitale del barocco siciliano e città d’arte per eccellenza. Sono tre le piazze principali della città, la piazza dell’Immacolata con l’omonima chiesa; la piazza del municipio circondata dal palazzo comunale, la chiesa del Santissimo Salvatore, il palazzo vescovile e il Duomo di San Nicolò che sembra dominare l’intera piazza dall’alto di una scalinata; la piazza XVI Maggio dove si trova la chiesa di  S.Domenico.

Ispica, al confine tra  Ragusa e Siracusa. Costituita da importanti palazzi e da bellissime chiese. Da vedere la Chiesa Madre, il Palazzo Bruno di Belmonte (o palazzo Alfieri), la chiesa di S. Maria Maggiore e la chiesa dell’Annunziata con i suoi stucchi di grande importanza.  Ad Ispica è presente la più grande area archeologica di tutta la Sicilia, la Cava d’Ispica,  una vallata fluviale che si estende per 13 km, tra Modica e Ispica e custodisce necropoli preistoriche, catacombe cristiane, oratori rupestri, eremi monastici e nuclei abitativi della preistoria.

- Il Parco Archeologico Kamarina, antica colonia siracusana, molto interessante dal punto di vista archeologico, storico e paesaggistico. In un tratto di costa, nota come Baia dei Coralli, si trovano le rovine di questa colonia. Di grande interesse sono i ritrovamenti di varie abitazioni ellenistiche.

- Palazzolo Acreide, ricostruita interamente dopo il terremoto che colpì Val di Noto nel 1963, un paesino del Siracusano ma che potrete raggiungere facilmente anche venendo da Ragusa. Non può mancare la visita dell’imponente chiesa di S. Sebastiano con la sua caratteristica scalinata, e la chiesa dell’Annunziata, la più antica del paese. A Palazzolo Acreide da visitare è il parco archeologico dominante la valle dell’Anapo dove si trova il Teatro Greco.

- La valle dell’Anapo, costituisce una delle più grandi aree della sicilia. È qui che sorge Pantalica, la più grande necropoli del mediterraneo con le sue oltre 5000 tombe scavate artificialmente nelle rocce. Per vivere un'esperienza unica guarda qui

Giarratana, a 20 km da Ragusa non può mancare dalla lista dei luoghi da vedere. Si trova alle pendici del Monte Lauro. Ricca di chiese e di monumenti di alto valore artistico e architettonico. È, perlopiù, conosciuta per la cipolla (la cipolla di giarratana). È da circa 35 anni che si svolge la sagra per promuovere questo ortaggio nato e sviluppato proprio in questo centro dei monti iblei. Vi dirò di più, proprio la vigilia di ferragosto, il 14 agosto, si terrà la “Sagra della Cipolla” dove verranno allestiti degli stand  nei quali verrà cucinata la cipolla e servita in diversi modi insieme a tantissimi altri prodotti tipici.

Chiaramonte Gulfi, chiamata anche il balcone di Sicilia per la sua posizione, da li si può osservare Gela, l’Etna, Vittoria, Caltagirone e anche il mare.  Anche qui sono tantissimi i monumenti a carattere religioso e i luoghi di interesse. Non  può mancare la visita alle bellissime chiese come la Basilica di Santa Maria La Nova, posta al centro del paese, il Santuario della Beata Maria Vergine di Gulfi e ai vari palazzi del paese in stile barocco come Palazzo Montesano e il Palazzo comunale con il suo stile liberty.

Riserva naturale orientata bosco di San Pietro, posta nei pressi di San Pietro, piccolo borgo vicino a Caltagirone ma non tanto lontano da Ragusa. Da visitare sicuramente è il museo della Macchia Mediterranea e la piccola chiesa Santa Maria dell’Idria posta vicino piano Randelle. Sono due le aree caratteristiche del bosco, quella della fontana del cacciatore e la valletta della molara.

Riserva naturale orientata Cavagrande del Cassibile, un vero paradiso assolutamente da vedere. Caratterizzata dal fiume Cassibile che scorrendo nei secoli ha creato dei canyon a diverse profondità. Si possono osservare delle abitazioni rupestri  che formano la grotta dei Briganti. Non può mancare un bagno nei laghetti della Riserva, tra la natura incontaminata proprio dove il fiume scorrendo ha formato delle piscine naturali e spettacolari cascate.

- Non può mancare una passeggiata nei pressi di lago Dirillo, tra Catania e Ragusa, un lago artificiale adatto per escursioni, passeggiate ecologiche, pesca e anche canottaggio.

 

Spiagge e mare

Apprezzata per i suoi lidi e le sue spiagge, Marina di Ragusa, a una ventina di minuti da Ragusa, presenta un mare pulito (premiato con la bandiera blu nel 2009) e un ampia possibilità di svago, divertimento e relax con i suoi numerosi locali notturni e ristoranti e con la varietà di attività proposte durante tutto l’anno.

Le altre spiagge della provincia di Ragusa più apprezzate occupano la fascia costiera sud-orientale della Sicilia da Pozzallo a Scoglitti. Sono famose sia per la qualità del mare, che per la bellezza dei paesaggi e per le infrastrutture turistiche performanti e rispettose dell’ambiente.

Tra le località con le spiagge più belle troviamo: 

- Scoglitti con un litorale abbastanza ampio, con sabbia finissima e ricca di lidi attrezzati. 

- Punta Braccetto con le sue tre spiagge importanti come la spiaggia Vigliena, la spiaggia Euridice, la scogliera dei Canalotti per gli amanti dello snorkeling e  lo spiaggione, nei pressi della riserva naturale di Randallo

- Punta Secca (dove si trova anche la casa si Montalbano), diventata proprio grazie alla famosa fiction una delle mete balneari più ambite dai turisti. Ricca infatti di localini in riva al mare e caratteristica per la presenza del famoso Faro.

- Donnalucata, subito dopo Marina di Ragusa costituita da spiaggia di sabbia e acqua limpida e cristallina. Subito dopo questo tratto di litorale si estende un litorale di spiagge selvagge e poco frequentate, adatte a chi davvero vuole trascorrere qualche ora in relax, come Palo Bianco, Palo Rosso e Spina Santa.

Cava d'Aliga, con la sua spiaggia e le sue due scogliere che ospitano dei veri e propri angoli nascosti come la Grotta dei Contrabbandieri.

Sampieri con la spiaggia di Costa di Carro e la Riserva dell’Irminio. Adatta sia agli amanti della sabbia con il tratto di costa sabbiosa che da Via Miramare arriva alla Fornace Penna che agli amanti del snorkeling con il tratto ad ovest con il litorale frastagliato per 3km fino a Punta Corvo.

- Modica con la spiaggia di Maganuco (classificata tra le spiagge più belle d’Italia dalla Guida Blu 2014) e Marina di Modica.

Pozzallo, con la sue bellissime spiagge. La spiaggia principale del litorale è quella di Pietre Nere ricca di vari servizi balneari attrezzati e viva sia di giorno che di notte grazie ai tanti locali che vi si trovano. Seconda spiaggia principale di Pozzallo è la spiaggia Raganzino, vicina al porto e così riparata dai venti.

- Bove Marino, tra Pozzallo e Santa Maria di Focallo, un litorale a tratti roccioso e a tratti sabbioso che si estende per circa 1km. 

- Santa Maria di Focallo, tra Ispica e Pozzallo. Importante non solo per la sua bellissima spiaggia ma anche per possedere i resti di un'antica torre di avvistamento. Considerata da Legambiente e Touring Club italiano una delle spiagge più belle d'Italia. 

 

 

 

Enogastronomia

Specialità culinarie

Il Ragusano è ricco di specialità culinarie, sia dolci che salate, spesso tradizionalmente legate a festività religiose.
Tra i piatti salati della zona troviamo:
Le impanate ragusane, piatto del periodo pasquale, ripiene di pollo, tacchino o agnello. Sono una variante arricchita delle Scacce di Modica, ripiene di verdure. 
I Turciniuna a base di interiora di agnello, anche loro tipici del periodo pasquale.
Il coniglio partuisa, stufato in agrodolce con olive, capperi, pastinaca, sedano, cacao amaro e miele.
I cavati, dei ravioli di ricotta conditi con sugo di maiale.

 

 

Una foto pubblicata da Mammabellarte Rita Reade (@mammabellarte) in data:

 

I dolci tipici da non perdere sono:
Gli “affuca parrini”, biscotti ai semi di anice
I Nucatoli biscotti di pasta tenera preparati con un composto di fichi secchi, frutta candita, miele, mandorle, noci, cannella e conserva di cedro.
Tipici di Modica, gli Mpanatigghi biscotti impanati, a forma di semiluna, ripieni di un composto di mandorle, noci, cioccolato, zucchero, cannella, chiodi di garofano e carne di manzo.

Gli amanti del buon vino possono gustare i tipici: Cerasuolo di VittoriaAmbrato di ComisoAlbanello e Nero D’Avola. 

 

 

Una foto pubblicata da Planetawinery (@planetawinery) in data:

 

contentmap_plugin

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando nella navgazione presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

Ciao sono Tury, stai cercando consigli gratuiti per la tua prossima vacanza?

CIAO, COME POSSO AIUTARTI?

Ciao sono Tury, Quanto durerà la tua vacanza?



Ciao sono Tury, su quale aspetti posso aiutarti?


Ciao sono Tury, sapete già in quanti sarete?



Ciao sono Tury, vuoi chattare o parlare con me?