Conosciuta come la “porta della Sicilia”, Messina è tra le città più popolose della Sicilia e sorge sulla punta nordorientale più estrema della Sicilia. Via le guide cartacee, ecco la guida città per scoprire e visitare Messina ! 

La città di Messina è ricca di luoghi attrattivi da visitare come: castelli, fortificazioni, spiagge, giardini, monumenti, parchi ed è circondata da suggestivi borghi che ogni anno ricevono tanti premi e riconoscimenti. Nonostante le tante colonizzazioni da parte di popoli greci e spagnoli, ed il terremoto del 1783 e del 1908 che rase al suolo la città, Messina ha saputo sempre rialzarsi e per tantissimi anni si contese il ruolo di capitale Siciliana insieme a Palermo. 

 

Info utili per la tua vacanza a Messina

beach_access
 
 

IL CONSIGLIO DI TURY...
Per scoprire veramente la Provincia di Messina devi conoscere le tradizioni, la cucina e... 

SCOPRI LE ESPERIENZE

 

Cenni storici

Messina da sempre è stata terra di conquista tra i diversi popoli grazie alla sua posizione strategica; fu la prima colonia greca in Sicilia dove inizialmente prese il nome di Zancle, successivamente fu invasa e conquistata da Bizantini, Arabi e Normanni e proprio in quel periodo, tra la metà del XVII secolo raggiunse il massimo splendore e prosperità, infatti divenne capitale della Sicilia insieme a Palermo.

Ci sono alcune date che hanno segnato (in negativo) la storia di Messina, quella del 1783 e del 1908; la città fu colpita da due terremoti che rasero al suolo tutto il territorio circostante. Il terremoto del 1908 fu il più devastante perché all’epoca morì più della metà della popolazione messinese. A seguito di questi due terremoti la città ne uscì devastata ma allo stesso tempo prese tutte le misure antisismiche necessarie per evitare catastrofi del genere. Da sempre il porto di Messina è stato il più grande della Sicilia, ed oggi è addirittura tra i 10 più grandi d’Italia.

 

Che cosa fare a Messina?

Vivere la città

Messina è una città ricca d' arte, di bellissime spiagge, cultura, ed è anche un posto perfetto per assaggiare la vera cucina tipica siciliana. Un concentrato di palazzi storici e monumenti che richiamano l’interesse di tantissimi turisti; io in prima persona sono andato a visitarli e devo svelarvi una cosa…La Sicilia non finirà mai di stupirmi! 

Nel centro storico si trovano alcuni dei palazzi più belli a livello artistico: il Palazzo Piacentini, edificato dopo il terremoto del 1908, un monumento ispirato alla Porta di Brandeburgo, con le sue particolari colonne e la porta d'ingresso, e il Palazzo Zanca che è la sede del comune di Messina, restaurato anch'esso dopo il terremoto del 1908; questo palazzo presenta un magnifico stile neoclassico.

Altri palazzi che meritano assolutamente una visita sono: Palazzo Reale, Palazzo Molo, Palazzo Fiorentino, Palazzo Brunaccini, Palazzo Grano, Palazzo Tremi, Palazzo del Monte dei Pegni, Palazzo dell’Università.

A Messina sono presenti anche tantissime meravigliose fontane, tra queste vi segnalo la Fontana di Orione, definita la più bella fontana del 500, e la Fontana del Nettuno che negli anni vanta di tanti riconoscimenti. Da non perdere anche la Fontana Senatoria, la Fontana Falconieri, la Fontana Bios,a la Fontana di Gennaro e le Quattro Fontane. Quasi tutti i palazzi e molte di queste fontane a causa dei continui terremoti hanno subito molte modifiche e sono stati riedificati, ma vi assicuro che non hanno perso il loro fascino, anzi, regalano agli occhi di chi li vede un ricordo unico ed un emozionante ritorno al passato. 

 

Arte e monumenti

I numerosi monumenti di Messina rappresentano la vera ricchezza storica e culturale della città. La città presenta anche una certa religiosità, che è rispecchiata dalle numerose chiese presenti in città: 

Il Duomo
Il cuore e simbolo di Messina che sorge proprio nel centro storico della città. Durante gli anni il Duomo è stato oggetto di tante modifiche da parte dei popoli che hanno conquistato Messina; ad esempio durante la dominazione araba, la cattedrale doveva diventare una moschea, i Normanni ridiedero la chiesa al culto cristiano, mentre con l’ingresso degli Svevi il monumento fu costruito definitivamente. Non solo i popoli, il luogo sacro molto spesso cambiò aspetto, forma e dimensioni a causa degli eventi naturali che si sono presentati durante gli anni. Da visitare è senz’altro il campanile della Chiesa con il suo orologio astronomico, con le varie divinità pagane che cambiano di giorno in giorno e che si muovono allo scoccare del mezzogiorno.

Chiesa della Santissima Annunziata dei Catalani
Rappresenta un mix di arte e culture tramandate dai vari popoli che hanno occupato Messina; un esempio in stile arabo normanno con influenze architettoniche bizantine. 

Santuario della Madonna di Montalto
La prima chiesa ricostruita dopo il terremoto del 1908 e si narra che sia stato il volo di una colomba a definire i contorni dell’edificio e scoprire il luogo. Se visitate questa chiesa godrete di un paesaggio mozzafiato, verso lo stretto di Messina.

Chiesa di Santa Maria Alemanna
In perfetto stile gotico, è la seconda chiesa più grande di Messina dopo il Duomo. Si narra che fu colpita da un fulmine e successivamente distrutta dal terremoto del 1783. Nonostante lo stato di abbandono non subì gravi danni nel terremoto del 1908 e negli ultimi anni la chiesa fu restaurata interamente. Sia gli interni che gli esterni sono molto suggestivi e vi assicuro che la chiesa di Santa Maria Alemanna è l’unica chiesa in stile totalmente gotico in Sicilia.

Basilica di Sant'Antonio da Padova
Questa Basilica è storicamente molto sentita e amata dagli abitanti di Messina ed è anche un luogo di pellegrinaggio dai religiosi di ogni parte del mondo, grazie a Sant'Annibale e la sua salma che è conservata all'interno del luogo sacro. All'interno della Basilica troverete delle reliquie ed un museo che vanno assolutamente visitati.

 

 

 

Altri monumenti religiosi che vi consiglio assolutamente di visitare sono: Tempio Votivo di Cristo Re perfetto per ammirare Messina dall’alto e godere di una vista mozzafiato, il Santuario di Dinnammare, la Chiesa di S. Francesco all’Immacolata, il Monastero di San Placido Colanerò, la Chiesa di Santa Maria del Soccorso, la Chiesa Annunziata dei Catalani, la Chiesa di San Camillo, la chiesa di San Giovanni di Malta, la Chiesa del Carmine ed il Monastero dei Benedettini.

A che ci siete vi consiglio di fare anche un salto a visitare le bellissime Statue di Messina: Statua di Carlo III di Borbone, Monumento ai Caduti, Statua della Regina Elena, Statua di Ferdinando II di Borbone e la Statua dell’Immacolata.

 

I Musei di Messina

Messina vanta anche di alcuni tra i più bei musei della Sicilia; io sono andato personalmente in questi e sono rimasto veramente colpito dalla ricchezza di opere e oggetti che si possano trovare all’interno di questi edifici.

Museo Regionale di Messina
E' un museo contenente opere di Caravaggio, Antonello e non solo...All’interno troverete anche una struttura accogliente e moderna che contiene sculture, capitelli e la bellissima Carrozza del Senato. Visitando questo museo ripercorrerete tecniche e caratteri delle pitture e sculture che vanno dal Medioevo al 900.

Biglietti di ingresso:
8,00€ biglietto intero
4,00€ biglietto ridotto

Orari di apertura:
Dal martedì al sabato dalle 9:00 alle 18:30 
Chiusura il lunedì

Indirizzo e telefono:
Via della Libertà, 465Tel. 090 361292

Museo Tesoro Del Duomo
Inaugurato per il Giubileo nel 2000, questo museo contiene una vastissima collezione di opere che vanno dall’ X al XX secolo, esempi di gioielleria messinese, manufatti preziosi come libri e stole ed anche un presepe artistico in stile 700. Visitando questo museo, inoltre noterete l'immensa devozione che i Messinesi provano per la Madonna della Lettera. Il museo è molto grande, infatti il tutto viene esposto n 4 sale, divise da due piani. 

Sempre a due passi dal Duomo troverete anche la Galleria di Vittorio Emanuele III, un vero gioiello architettonico costruito negli anni 20 che è caratterizzato da pavimenti costituiti da tessere e mosaici e vetri colorati.

 

 

Natura e dintorni

Messina non è solo una città ricca di storia, arte e bellissimi monumenti, si erge infatti su un territorio pieno di paesaggi mozzafiato e tra la natura incontaminata. La Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello, a Patti, è uno di quei posti magici che una volta visitato non dimenticherete mai più. I Laghetti di Marinello sono caratteristici per essere rimasti ancora del tutto naturali e selvaggi con una bellissima spiaggia con mare super cristallino. 

Non si può parlare della meravigliosa natura di Messina e dei suoi dintorni senza citare la Riserva Naturale di Isola Bella, uno dei luoghi più belli e suggestivi della Sicilia che almeno una volta nella vita meritano una visita. Isola Bella è famosa per il mare super cristallino, grossi ciottoli e i magnifici fondali pieni di pesci.

Un’altra area che va visitata è senza dubbio il Parco dei Nebrodi, un vastissimo parco pieno di flora e fauna, il posto perfetto per gli amanti del trekking. Con un po' di fortuna potrete incontrare i famosi maialini neri dei Nebrodi che girano liberi nel parco.

Se avete qualche giorno in più per visitare Messina vi consiglio anche: Bosco di Malabotta, Fiume Ndisi, Laguna di Capo Peloro, Montagna delle Felci e la Riserva Marina di Capo Milazzo.

  

Mare e spiagge

A Messina e nelle vicinanze non mancano spiagge e i lidi per godere a fondo delle spiagge e del mare cristallino della zona. Parlando di mare e spiagge naturalmente non possiamo non fare riferimento alle Isole Eolie, un arcipelago composto da 7 isole vere e proprie; le isole che fanno parte di questo magico arcipelago sono: Lipari (la più grande sia come dimensione che come numero di abitanti), Vulcano, Stromboli, Salina, Alicudi, Filicudi e Panarea. Negli anni le Isole sono diventate una delle mete più gettonate in Sicilia, raggiungendo anche quota 600.000 mila turisti nel periodo estivo. Le spiagge che più vi consiglio sono:

  • Spiaggia dell’Asino: Situata a Vulcano, è una bellissima spiaggia nera molto caratteristica grazie proprio al colore della sabbia. 
  • Cala Junco: Senza ombra di dubbio la più bella di Panarea e tra le più gettonate delle Eolie. Una spiaggia circondata da scogli, faraglioni e rocce che creano uno scenario mozzafiato.
  • Spiaggia dell’Acquacalda: la più grande di Lipari e Spiaggia di Praia di Vinci, raggiungibile solo via mare, un luogo selvaggio quanto meraviglioso.
  • Baia di Pollara: situata a Salina, senza dubbio è la spiaggia più imperdibile grazie alla posizione, al mare cristallino e i fondali che racchiudono i resti di un vecchio cratere di un antico vulcano.
  • Spiaggia di Capo Graziano: Situata a Filicudi, formata da ciottoli di medie dimensioni e bagnata da uno stupendo mare cristallino.

Non solo mare…Alle Eolie, precisamente a Stromboli e Vulcano, sono presenti 2 vulcani attivi, una perfetta meta per gli amanti del trekking e delle escursioni. 

Altre spiagge che meritano veramente una visita ed un tuffo sono: spiaggia di Scari a Stromboli, spiaggia di Rinella a Salina, spiaggia delle Fumarole e spiaggia Nera a Vulcano, spiaggia Bianca a Lipari. 

In Provincia di Messina ci sono altre splendide spiagge costituite da ciottoli di piccole e medie dimensioni, mare super cristallino e fondali magici da esplorare. Tra le più belle ricordiamo: spiaggia di Capo d'Orlando, spiagge di Furci Siculo e Capo d'Alì, spiaggia di Gioiosa Marea, Isola Bella e i Laghetti di Tindari, spiaggia di Milazzo, spiaggia di Castel di Tusa e spiaggia di Portorosa.

Clicca qui per scoprire le più belle spiagge in Provincia di Messina: Vedi Qui

 

 

I Borghi

Messina è caratteristica anche per i suoi borghi super caratteristici e suggestivi che ogni anno ricevono sempre tanti premi e riconoscimenti. Ecco quelli da non perdere:

• Castelmola – 58 min. (55 km)
• Castroreale – 54 min. (52 km)
• Montalbano Elicona – 1 ora e 10 min (71 km)
• Novara di Sicilia – 1 ora e 10 min (71 km)
• Savoca – 50 min. (42 km)
• Forza d’Agro 58 min. (46 km)

 

Enogastronomia

A Messina non mancano di certo le specialità culinarie, in particolare quelle legate al cibo da strada, e quindi: schiacciate, stigghiole, arancini, virina, bombolone, caponata, insalata di polpo e di pesce e tante altre delizie. Messina ha una cucina antichissima con tante influenze greche.

Una delle eccellenze messinesi è senza dubbio l’allevamento del Suino Nero dei Nebrodi, e di conseguenza la realizzazione di gustosi insaccati come la Salsiccia dei Nebrodi, il Salame di suino nero dei Nebrodi, il lardo di suino nero dei Nebrodi e tanti altri ancora. 

La cucina messinese si basa soprattutto sul pesce e i dolci a base di mandorla. Tra i primi e secondi piatti più deliziosi e famosi ricordiamo: pasta “ncaciata” (pasta al forno), pasta con le sarde alla messinese, pasta con le alici, agnello e braciole di carne alla messinese, braciole di spada alla messinese, baccalà alla messinese. Per quanto riguarda invece i dolci, Messina ha una grande tradizione e una vasta scelta: balò di ricotta, bocconetto, cannoli, cassate, granite, vastidduzze, tortiglione messinese, viennesi e tanti altri ancora.

 

• Aeroporto di Catania “Fontanarossa” – Tramite Autostrada A18 – 2h
• Aeroporto di Palermo “Punta Raisi” – Tramite A20 ed E90 – 2h e 50 min

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando nella navgazione presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

Ciao sono Tury, stai cercando consigli gratuiti per la tua prossima vacanza?

CIAO, COME POSSO AIUTARTI?

Ciao sono Tury, Quanto durerà la tua vacanza?



Ciao sono Tury, su quale aspetti posso aiutarti?


Ciao sono Tury, sapete già in quanti sarete?



Ciao sono Tury, vuoi chattare o parlare con me?